Montappone: il paese dei cappelli

Avete mai sentito parlare del paese di Montappone, in provincia di Fermo? Io l’ho sentito nominare recentemente in qualche trasmissione, e ho scoperto che dietro questo simpatico nome si cela una storia affascinante.

Infatti Montappone è anche conosciuto come…il paese dei cappelli!

Continua a leggere “Montappone: il paese dei cappelli”

Annunci

Ristorante La Vite e gli Ulivi: delizie per il palato e per gli occhi!

Avevamo pensato a questo posto per festeggiare il battesimo della nostra piccola, ma purtroppo tempo una settimana da quando c’eravamo stati e già era stato prenotato, e il battesimo è a settembre!

D’altra parte, ciò non mi sorprende, perché al ristorante La Vite e gli Ulivi, ad Ariccia, si mangia benissimo e per di più accompagnati dallo splendido panorama dei Castelli Romani che si può ammirare da una grande vetrata.

Quella sera era da un po’ che non uscivamo da soli e così, trasportati dall’atmosfera rilassata, siamo tornati ai vecchi tempi e non abbiamo badato alle calorie! Unico neo, essendomi lasciata tentare da mio marito abbiamo preso un abbondante antipasto per ognuno e poi come al solito non ce l’abbiamo fatta ad arrivare al secondo!

Che cosa abbiamo gustato, dunque?

Continua a leggere “Ristorante La Vite e gli Ulivi: delizie per il palato e per gli occhi!”

Mercati storici d’Italia

Sono il frutto del passato di un luogo e ne raccontano l’anima attraverso il continuo avvicendarsi di profumi, colori e voci. Sono i mercati storici d’Italia, che suscitano il mio interesse per il loro settore enogastronomico ma che non sono dedicati solo a questo. Questo post lo vorrei scrivere per raccontare un po’ le origini di alcuni di loro e il fascino che li contraddistingue.

Iniziamo da tre nomi tra i più famosi, di cui quasi sicuramente avrete già sentito parlare: il Mercato di Rialto a Venezia, situato nella parte più antica della città,

il Mercato di Porta Palazzo a Torino, il più esteso mercato all’aperto di tutta Europa,

e il Mercato di Ballarò a Palermo, tra i “monumenti” della storia araba nella città siciliana.

ballarò
foto di Marcus Andersson

Continua a leggere “Mercati storici d’Italia”

Girovagando per il Lazio: feste e sagre d’estate

In questi giorni il tempo è di nuovo poco clemente, ma sperando nel prossimo arrivo di  belle giornate perché non farsi stuzzicare con uno sguardo al calendario delle sagre e delle tradizioni enogastronomiche?

E’ vero, purtroppo, che l’estate e l’alta stagione turistica hanno portato negli anni al proliferare di eventi enogastronomici che sono solo grossolane contraffazioni, come la miriade di sagre della bruschetta e della salsiccia con birra.

Ecco dunque che in questo post vorrei stilare una mia (molto) piccola lista delle sagre, quelle vere e originali, che si svolgeranno nei prossimi mesi nell’area del Lazio.

Apriamo le danze con la sagra del lattarino. Per capirci, è quel pesciolino che si trova spesso al banco gastronomia del supermercato, anche marinato; a giugno lo troviamo invece al centro della manifestazione che viene organizzata ogni anno a Marta, sul Lago di Bolsena. Il piccolo abitante del bacino d’acqua dolce viene servito freschissimo, fritto in abbondante quantità in una capiente padella. E’ buonissimo, si mangia tutto intero, e piccolo com’è sembra che non se ne abbia mai abbastanza!

Continua a leggere “Girovagando per il Lazio: feste e sagre d’estate”

Ad Ascoli Piceno c’è profumo di fritto!

Dal 21 aprile al primo maggio 2018 torna ad Ascoli Piceno Fritto Misto all’Italiana, e sembra già di sentire l’olio che sfrigola! Un evento che sa di fantasia, del frizzante estro che gira tra i fornelli. La manifestazione, alla quattordicesima edizione, è ormai rinomata a livello nazionale e internazionale.

Volete scoprire tre ottimi motivi per andare?

Continua a leggere “Ad Ascoli Piceno c’è profumo di fritto!”

Musica lirica e cultura gastronomica

Recentemente mi è capitato di scoprire che Gioacchino Rossini, oltre a comporre musica, si dilettava con un’altra grande passione, la cucina.
Il noto gastronomo Waverley Root nel XX secolo ha dichiarato “che Rossini avrebbe potuto diventare un buongustaio di fama se solo il suo genio musicale non avesse eclissato il suo talento gastronomico.”

Numerosi aneddoti, oscillanti tra realtà e fantasia, raccontano questa sua attitudine e mi hanno immediatamente fatto sorridere.

Continua a leggere “Musica lirica e cultura gastronomica”

I piatti della gastronomia romana, tra storia e curiosità

Molto probabilmente conoscerete, o avrete sentito parlare, di quattro famosi primi piatti rappresentativi della cucina romana: la carbonara, la gricia, l’amatriciana e i rigatoni con la pajata. Ma quanti sanno come e quando sono stati realizzati per la prima volta? Ecco, in questo post vorrei andare con voi alla scoperta di questi episodi della storia gastronomica italiana.

Iniziamo dalla carbonara, per la quale, udite udite, con mio grande stupore e un po’ di scetticismo ho scoperto che potrebbe non essere di origine romana, bensì americana! A riprova di ciò vi sarebbe la comparsa del piatto nei più importanti ricettari della cucina romana soltanto a partire dagli anni ’30/’40.

uova
foto di Jakub Kapusnak su Unsplash

Secondo chi sostiene tale teoria, sarebbero stati gli americani sbarcati in Europa a creare l’abbinamento degli ingredienti della carbonara a partire dalla cacio e ova abruzzese, cui avrebbero aggiunto la pancetta, o secondo altri il guanciale, per nostalgia del loro bacon.

Continua a leggere “I piatti della gastronomia romana, tra storia e curiosità”