La pastiera… di casa mia!

Questo articolo avrei voluto scriverlo qualche giorno fa, ma sono stata poco bene e allora lo pubblico ora, anche se un po’ in ritardo.

Di famiglia non sono di origini napoletane ma in casa nostra tra i dolci pasquali è prevista anche la famosa pastiera.

Lo scorso anno ho così deciso di avventurarmi anche con questo dolce. Ammetto di non averla mai assaggiata nella sua ricetta originale, realizzata con gli ingredienti tipici provenienti dalla sua patria e magari con i giusti segreti per la preparazione. Comunque sia, nel mio piccolo sono stata contenta.

Quest’anno ho ripetuto l’esperimento, e siccome per mio marito le due iniziali non bastavano da portare in giro tra domani e pasquetta, mi ha candidamente chiesto di prepararne altre due. Simpatica ironia a parte, la fase che trovo più complicata è quella della pasta frolla, che però una volta riuscita è una gran bella soddisfazione ed è anche piacevole da tenere tra le mani!

Ecco dunque la ricetta di casa nostra (io con queste quantità ne preparo due):

Continua a leggere “La pastiera… di casa mia!”

Annunci

Risotto al Vin Brulé

In questi giorni di freddo intenso un bel bicchiere di vin brulè ci sta proprio bene! L’altra sera, inoltre, lo stesso vin brulè è divenuto la scusa per gustare nuovamente il risotto al Vin Brulé, un primo dal sapore e dal profumo unico, un piatto raffinato e abbastanza semplice da preparare.

Mio marito ed io l’abbiamo assaggiato per la prima volta in Alto Adige, e ci ha così colpito che, dopo aver curiosato tra alcuni siti internet, abbiamo deciso di provare a riprepararlo anche a casa mettendoci un po’ di nostro. L’abbiamo perciò fatto con l’apporto proprio di un prodotto tipico dell’Alto Adige: il Lagrein.

Continua a leggere “Risotto al Vin Brulé”

Tozzetti: i dolcetti del Natale romano

Ecco: oggi pomeriggio mi sono avventurata con i miei primi tozzetti, e l’esperimento è riuscito! Sono proprio contenta, anche perché, come vi ho raccontato in un precedente articolo, questi biscottini fanno parte anche della tradizione della mia famiglia, e mi rende piena di orgoglio l’idea di portarla avanti.

Qui sotto la ricetta: Continua a leggere “Tozzetti: i dolcetti del Natale romano”

Ciceri e tria: ricetta tipica del Salento

Questa volta la ricetta della tradizione arriva dalla Puglia.

I ciceri sono i ceci, mentre tria deriva dall’arabo e indica la pasta secca.

Ho assaggiato questo piatto l’estate scorsa, in vacanza nella zona di Otranto, durante una tappa a Lecce. Continua a leggere “Ciceri e tria: ricetta tipica del Salento”

Pomodori ripieni di riso

I pomodori con il riso sono un altro piatto “escogitato” dalla creatività della cucina romana. Nella loro semplicità, sono ottimi mangiati sia caldi che freddi, sia appena pronti che il giorno dopo quando il riso si è maggiormente insaporito.

Per prepararli si utilizzano proprio quelli che dal fruttivendolo trovate chiamati come “pomodori da riso”, grossi, rossi, sodi e polposi. Mi raccomando usate quelli italiani; spesso si trovano in vendita anche quelli olandesi, che però rimangono più insipidi (in realtà non li ho mai provati, lo ammetto, ma la chicca mi è stata passata dalla mia mamma, fautrice della mia passione per la cucina e quindi della quale mi fido ciecamente!).  Continua a leggere “Pomodori ripieni di riso”

I carciofi alla romana

I carciofi alla romana sono una delle  ricette più famose della cucina della Capitale e del Lazio.  Se vi trovate in vacanza a Roma non potete perderne almeno un assaggio!

Qui di seguito vediamo come si preparano, per chi volesse cimentarsi con questa bontà anche a casa.

Innanzitutto i carciofi che la tradizione richiede per questa ricetta sono della varietà conosciuta come mammola o cimarolo, che trovate sui banchi approssimativamente da gennaio a maggio. Quando li comprate, fate attenzione, per riconoscere se sono freschi, che abbiano le punte chiuse, che la cima rimanga compatta quando provate a premerla, e che anche il gambo sia duro e turgido.

Continua a leggere “I carciofi alla romana”