Ciceri e tria: ricetta tipica del Salento

Questa volta la ricetta della tradizione arriva dalla Puglia.

I ciceri sono i ceci, mentre tria deriva dall’arabo e indica la pasta secca.

Ho assaggiato questo piatto l’estate scorsa, in vacanza nella zona di Otranto, durante una tappa a Lecce. I ciceri e tria risalgono già all’antichità, e non potevo farmi scappare l’occasione di assaggiarli nella terra stessa dove sono nati!

La sua origine, come detto, risale a secoli fa, addirittura ai tempi dell’antica Roma: il poeta latino Orazio, infatti, nel I secolo a.C. scriveva nelle sue Satire di una minestra simile. I ciceri e tria sono conosciuti anche come “massa di San Giuseppe” perché è usanza prepararli in occasione della festa del papà.

La pasta è a base semplicemente di farina e acqua, si tratta quindi di un tipico piatto povero che ci parla della gente della Puglia. La caratteristica che lo contraddistingue, però, è che la pasta viene in parte fritta e in parte bollita, per poi essere unita con i ceci insaporiti con aglio e aromi che formano un delizioso sughetto.

Vediamo dunque la preparazione di questo primo:

Ingredienti per 4 persone:

farina di grano duro: 300 grammi

ceci: 300 grammi

olio di arachide; aglio, cipolla, alloro, peperoncino e sale

Iniziamo!

Dopo aver messo in ammollo i ceci dalla notte precedente, scolateli, sciacquateli e metteteli a lessare per circa due ore aggiungendo all’acqua foglie di alloro, un po’ di cipolla e uno spicchio d’aglio.

Nel frattempo preparate la pasta: formate la fontana con la farina e l’acqua tiepida e lavorate l’impasto finché non è omogeneo. Poi fatelo riposare.

Dopo circa un’ora, stendetelo fino ad ottenere una sfoglia molto sottile e realizzate delle tagliatelle da fare però poi a pezzi più piccoli. Fate asciugare la pasta ottenuta su un panno pulito e asciutto.

A questo punto si frigge! Scaldate in una pentola l’olio di semi e friggete metà della pastaL’altra parte lessatela normalmente in acqua.

Intanto fate un soffritto con l’aglio per ripassare i ceci, aggiungendo sale e se volete un pizzico di peperoncino. Unite la pasta lessata (magari scolatela un minutino prima, per poi finirla di cuocere con i ceci) e girate per far insaporire il tutto.

Non vi resta che metterla nei piatti aggiungendo sopra i pezzetti di pasta fritta.

Pasta croccante, pasta morbida, cremosità dei ceci, il tutto amalgamato dal profumo degli aromi: ecco serviti in tavola i ciceri e tria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...